Selezionare una delle seguenti lingue:

Perché le valvole a manicotto AKO?

Affidati anche tu alle prestazioni imbattibili del leader mondiale

Trattamento delle acque e impianti di depurazione

Gli impianti di depurazione – chiamati anche depuratori – hanno il compito di depurare le acque reflue provenienti dai centri abitati con l’aiuto di processi biologici, chimici e meccanici. Dopo la depurazione, le acque possono rientrare nel ciclo o essere scaricate in fiumi, torrenti o laghi. Il trasporto delle acque e sospensioni lungo i vari stadi di depurazione viene regolato da valvole, saracinesche e registri.

Le valvole a manicotto e le valvole a saracinesca AKO regolano il trasporto di diverse sostanze nei depuratori

I moderni depuratori lavorano secondo il principio dei tre stadi. Le acque reflue da trattare attraversano tre stadi di depurazione all’interno dei quali il trasporto viene regolato da apposite valvole:

Pretrattamento meccanico
Il pretrattamento meccanico permette la rimozione di materiali e sostanze che per loro natura e dimensione rischiano di danneggiare le pompe dell’impianto. Nelle vasche situate a valle (dissabbiatura e sedimentazione primaria) vengono filtrati altri materiali presenti sul fondo (ad es. particelle di sabbia o piccole pietre) o sulla superficie (ad es. oli e grassi).

Trattamento ossidativo biologico
In questo stadio vengono aggiunti alle acque reflue microrganismi (batteri e fermenti) che, sotto la costante alimentazione di aria, effettuano una biodegradazione di tutte le sostanze organiche presenti nell'acqua.

Trattamento chimico
Nel terzo stadio di depurazione gli impianti fanno uso di reazioni chimiche come ossidazione e precipitazione per rimuovere dall’acqua soprattutto il fosforo. Questo stadio è importante per evitare una concentrazione di sostanze nutritive nelle acque.

Il trasporto dei fanghi residuati dalla chiarificazione viene regolato con l’aiuto di diversi tipi di valvole. I fanghi vengono trasportati all’interno di digestori a torre o a vasca per poter essere decomposti in assenza di ossigeno e trasformati in fango e gas digerito.

Le valvole a manicotto e le valvole a saracinesca vengono impiegate in diversi processi per il trattamento delle acque

Nei depuratori e nel trattamento delle acque, le valvole a manicotto vengono impiegate laddove occorre regolare il trasporto delle acque reflue, dei fanghi e delle sostanze chimiche o biologiche.
Oltre alle valvole a manicotto, per il trasporto delle acque reflue vengono impiegati diversi tipi di valvole (ad es. valvole a piastre con tenuta unilaterale o valvole a ghigliottina con tenuta bilaterale).

Le valvole a manicotto e le valvole a saracinesca possono essere configurate individualmente per l’impiego nei depuratori. Usate in combinazione con manicotti resistenti all'abrasione (nelle valvole a manicotto) o con idonee guarnizioni per premistoppa e idonei materiali di riempimento comprimibili (nelle valvole a saracinesca), entrambi i tipi di valvola sono utilizzabili senza problemi nel settore del trattamento delle acque.

Entrambe le valvole possono essere utilizzate come organi di regolazione per il trasporto del materiale vagliato nei singoli processi di depurazione. Per il trasporto dei fanghi residuati dalla chiarificazione nei digestori a torre o lo scarico dei fanghi e gas digeriti dai digestori a torre, le valvole a manicotto e le valvole a saracinesca regolano in modo sicuro e affidabile il trasporto di tutte le sostanze.

Leader del mercato mondiale

35 anni di azienda familiare

600 nuovi clienti ogni anno

20.000 clienti in tutto il mondo

Promessa di consegna unica

< 0,2 % Percentuale di reclami

> 99 % Tasso di soddisfazione dei clienti

30 Rivenditori nel mondo

La più grande selezione di prodotti

10.000 varianti di valvole a manicotto

2.500 varianti disponibili a magazzino

100.000 pezzi venduti ogni anno

Servizio di assistenza completo

80 formati CAD

32 video di montaggio e animazioni

16 lingue per la documentazione